Escursioni

Da Selinunte a Siracusa esiste infatti una rete viaria costituita dall'autostrada A19, dalla strada statale 115 e dalla S.V. 626 (Caltanissetta Gela), che permette il collegamento tra i due punti estremi dell'isola nel giro di poche ore. Per raggiungere il capoluogo dell'isola (Palermo) si usufruisce dell’autostrada A19 [raggiungibile dalla S.V. 626 Caltanissetta/Gela] e delle strade statali 115, 189 e 121 per complessivi 18km circa, che permettono così di andare a visitare la culla delle civiltà che si sono sovrapposte nel corso di secoli di storia.

A Palermo è da segnalare infatti la chiesa della Martorana, San Giovanni degli Eremiti, Cappella Palatina, Palazzo Reale, Palazzo Chiaramente, Palazzo Gangi e Casa Professa. A pochi chilometri Monreale con il Duomo con i mosaici e l'annesso chiostro.

La parte sud-occidentale dell'isola consente poi un salto all'indietro nei secoli con la visita ad Agrigento attraverso la Valle dei templi dove è possibile ammirare i vari templi di Giunone, della Concordia, di Castore e Polluce, la tomba di Terone, l'oratorio di Falaride.

La parte ad Est del campeggio riserva analoghe testimonianze della passata civiltà, ma non per questo meno interessanti; a Siracusa il Tempio di Apollo e di Atena, la Fonte Aretusa, l'Orecchio di Dionisio, il Ginnasio Romano, il Castello Eurìalo; a Catania il Duomo, la fontana e la piazza dell'Elefante, la Cappella di Sant'Agata, il Castello Ursino, il Teatro Greco, l'Anfiteatro Romano.

Catania, inoltre, consente di visitare l'Etna, uno dei pochi vulcani ancora attivi (alto 3329 metri) esistente nel raggio di migliaia di chilometri. La vicinanza del campeggio alle città di Agrigento, Licata e Gela, consente di visitare i musei archeologici di interesse nazionale con le testimonianze dei reperti di civiltà preistoriche, greche, medievali etc.